Le Notizie, Notizie dai Territori

Cisl Napoli. Preoccupa lo stato economico-finanziario del Comune di Napoli

Cisl Napoli. Preoccupa lo stato economico-finanziario del Comune di Napoli. A rischio attività, servizi ed interventi sul territorio

Ci preoccupa lo stato economico – finanziario del Comune di Napoli dopo
i rilievi mossi dalla Corte dei Conti. Il Segretario Generale della Cisl Napoli, Gianpiero Tipaldi, a conclusione del Consiglio generale che si è tenuto oggi alla presenza del segretario confederale Piero Ragazzini e della segretaria generale regionale Doriana Buonavita, lancia un grido d’allarme sulla delicata situazione che sta mettendo a rischio le tante attività programmate, i servizi ai cittadini e gli interventi già pianificati sul territorio di Napoli e della sua area metropolitana.
“Vorremmo evitare che si arrivi al dissesto e quindi al commissariamento che significherebbe la messa in discussione dell’ordinaria amministrazione, ma anche il Patto per Napoli con risorse importanti che potrebbero andare perse.
Risorse – ha proseguito Tipaldi-che insieme a quelle della Zes significano investimenti e lavoro.
Parliamo di operazioni che rilanciano investimenti per oltre due miliardi di euro in questo territorio nei prossimi anni tra risorse pubbliche e private – prosegue Tipaldi – Inoltre i numeri, le dimensioni, la drammaticità delle tante vertenze aperte sul territorio, a cominciare da quella sui trasporti, e il tasso di disoccupazione giovanile in aumento, nonostante tiepidi segnali di ripresa, impongono una seria ed attenta riflessione sul da farsi.

Il Consiglio ha inoltre eletto i due componenti che affiancheranno Tipaldi nella segreteria della Cisl di Napoli. Si Tratta di Melicia Comberiati e Biagio Montefusco. Infine Anna Letizia é stata eletta Coordinatrice delle Donne di Napoli.

Previous ArticleNext Article

Seguici!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi