Comunicati Stampa

Fiat. Lucci: Irisbus non si tocca

«Irisbus non si tocca – ha dichiarato Lina Lucci, Segretario Generale Cisl
Campania – e il Governo ha il dovere di intervenire ad horas per superare ritardi ingiustificabili in
questa vicenda.
Dalla Cisl Nazionale è già partita da tempo la richiesta di riconvocazione del tavolo con Fiat, da cui
va ora pretesa la sospensione di qualsiasi decisione definitiva, in attesa di trovare una soluzione
condivisa che punti al rilancio dell’azienda. Irisbus è l’unica realtà produttiva di autobus, non è per
nulla decotta, ed è impensabile una chiusura mente la richiesta di mobilità è in aumento in tutta
Europa.
L’ammodernamento del parco autobus necessario in tante contesti territoriali, d’altronde, è un fatto
che da solo dimostra come ci sia mercato, basta semplicemente tornare a un clima di
responsabilità, a partire dal Governo e dal Ministro competente.
In Campania le tre sigle sindacali hanno chiesto e ottenuto nei mesi scorsi la disponibilità del
Presidente della Giunta Regionale, Stefano Caldoro, a intervenire per favorire il futuro di Irisbus
anche attraverso l’utilizzo dei fondi Fas.
Si tratta di uno sforzo – ha concluso Lucci – che avrebbe meritato ben altra attenzione a Roma.
Viene il dubbio che se Irisbus invece che a Grottaminarda fosse ubicata sul Po si sarebbe stato
ben altro attivismo da parte di un Governo a trazione settentrionale che ora deve intervenire anche
per dissipare queste perplessità».

 

Previous ArticleNext Article

Seguici!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi