Comunicati Stampa

Manovra. Manifestazione Cisl e Uil stamattina sotto la prefettura

Questa mattina a Napoli, come in tutte le altre città d’Italia, CISL e UIL hanno
svolto un presidio sotto la Prefettura per manifestare il proprio dissenso su alcuni punti contenuti
nella manovra finanziaria per il pareggio di bilancio in quanto espressione di forte iniquità.
Le Segreterie di CISL e UIL, ricevute in Prefettura, hanno avuto modo di rappresentare la
preoccupazione del mondo del lavoro. Ad incontrare il Prefetto Andrea De Martino sono
intervenuti il Segretario generale della CISL di Napoli Gianpiero Tipaldi e il Segretario
provinciale della UIL di Napoli Davide Sarnataro.
Le parti sociali, sottolineando l’inadeguatezza di alcune misure, hanno presentato un documento di
proposte per cambiare nel segno dell’equità la manovra economica.
CISL e UIL chiedono di esaminare la manovra finanziaria che non muove verso una reale politica
di efficientamento e razionalizzazione dal momento che si pensa di fare cassa con misure che non
sono strutturali e che, dunque, vedranno i problemi riproporsi in breve tempo.
Occorre, sostengono i segretari Tipaldi e Sarnataro sulla scia dei loro segretari nazionali, ritirare le
disposizioni in materia di tredicesima mensilità e Tfr e sulle finestre pensionistiche per i lavoratori
della scuola; ridurre i costi della politica, anteponendo quest’azione ad altre, in particolare quelli
impropri e gli sprechi; rafforzare l’azione di contrasto all’evasione fiscale; agire sulle rendite
finanziarie e i privilegi; applicare una misura equa ed omogenea per il contributo di solidarietà;
perseguire con forza la liberalizzazione dei servizi pubblici locali.
Un forte accento è posto sulle misure che favoriscano lo sviluppo e la ripresa dell’economia, in
particolare per il Mezzogiorno, che, in questo frangente, sembra essere sempre più ai margini e
che, invece, dovrebbe diventare il volano della ripresa economica dell’intero paese.
Alla fine dell’incontro, il Prefetto, preso atto del documento propositivo di CISL e UIL, si è
impegnato ad inviarlo, corredato di un’apposita relazione, al Ministero.

 

Previous ArticleNext Article

Seguici!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi