Cisl Campania, Notizie dalle Federazioni di categoria

Sciopero generale dei lavoratori del comparto elettrico, acqua e gas

IN CAMPANIA PRESIDIO SOTTO LA PREFETTURA DI NAPOLI. A RISCHIO 2000 POSTI DI LAVORO

Presidio oggi sotto la Prefettura di Napoli dei lavoratori del settore elettrico, gas e acqua che in Campania trovano occupazione (circa 2000 in tutto) in aziende nazionali, regionali e provinciali. Alla fine della manifestazione una delegazione di Filctem Cgil, Femca Cisl, Flaei Cisl, Uiltec Uil hanno consegnato un documento nel quale si sollecita il Governo ad intervenire sulla delicata vertenza.
Le motivazioni che hanno reso indifferibile lo sciopero e la mobilitazione in tutto il territorio nazionale sono l’entrata in vigore del codice degli appalti in cui è stato inserito l’obbligo per le aziende dei settori elettrico e gas di cedere l’80 per cento delle proprie attività a ditte d’appalto con la conseguenza, secondo i sindacati di “polverizzare e deteriorare il profilo industriale del servizio nonché di regredire sul terreno dei diritti e tutele di tutti i lavoratori del settore (esempio cessione in appalto di lavori e lavoratori)”. Inoltre la riforma del servizio idrico integrato in discussione che prende il nome della onorevole Federica Daga e l’esclusione della geotermia convenzionale dalle fonti di energia rinnovabili.

Previous ArticleNext Article

Seguici!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi